Archivi tag: mondiali

#memoriemondiali: Era bello essere italiani…

Italia82Quando ero bambino, il campionato italiano di calcio era unanimemente considerato “il più bello del mondo”. Non tanto per il gioco, che da sempre qui è piuttosto maschio e spigoloso, con ben poco spazio per la fantasia; quanto per il livello tecnico e per il bagaglio di campioni. Si, perché sembra strano, ma un tempo tutti i più grandi calciatori dell’epoca giocavano in Italia: Maradona, Platini, Rumenigge, Elkijaer, Gullit, Van Basten, Rijkaard, Matthaeus, ecc. Giravano soldi all’epoca in Italia, i grandi giocatori venivano qui attratti dal livello del nostro calcio e dalle paghe che altrove potevano solo permettersi di sognare, ma c’era altresì un giusto equilibrio dal momento che ogni squadra poteva schierare al massimo due (poi divennero tre) giocatori stranieri e per forza di cose tutti gli altri erano italiani. E la conseguenza è che gli stadi italiani erano pieni, alla faccia della violenza di cui già si parlava allora… Continua a leggere

Annunci

8 giugno 1990: Notti Tragiche

Argentinian forward Claudio Caniggia (C)Ormai il mondo intero è in pieno clima mondiale, visto che mancano pochi giorni all’inizio della kermesse brasiliana. E questo blog non se ne chiama fuori, dal momento che comunque la Coppa del Mondo di calcio nella mente di un tifoso o di un qualsiasi appassionato richiama sempre un periodo particolare della propria vita. Ed esattamente 24 anni fa, l’8 giugno 1990, alle ore 18 presso lo stadio di San Siro, Argentina e Camerun diedero il via al “mondiale italiano”. L’evento del secolo, nel nostro paese. Un evento per cui in Italia si lavorò per ben sette anni, da quando nel 1983 l’organizzazione della Coppa del Mondo 1990 venne affidata all’Italia. E per il quale stiamo ancora pagando. Quasi tutti avranno sentito parlare di questo mondiale, che in Italia pensavamo di aver già vinto prima ancora di cominciare a giocare. Tutti sapranno che vinse la Germania (ai tempi si chiamava ancora Germania Ovest) superando in finale l’Argentina, e che gli azzurri si piazzarono solo al terzo posto (che qualcuno tentò anche di far passare come un grande successo!). Ma un conto è la conoscenza, la memoria storica è tutta un’altra cosa… Continua a leggere