Archivi tag: Cremona

15 giugno 1994: lo spareggio di Cremona

SpareggioCremonaIl 15 giugno 2004 mi trovavo casualmente alla stazione di Cremona. Ero stato invitato da amici a vedere Cremonese-Sudtirol, finale playoff che aveva consegnato ai grigiorossi la promozione in C1, e mi apprestavo a prendere il treno per tornare a casa, quando improvvisamente realizzai che proprio in quel punto, esattamente dieci anni prima, stavo festeggiando la promozione in serie A… Come un automa mi misi a girare per la stazione, riscoprendo l’entrata “secondaria” da cui sono transitate centinaia di tifoserie in trasferta a Cremona, il binario morto in cui partivano ed arrivavano i treni speciali, perfino la fontanella con l’acqua marcia… Mi venne un certo magone, non lo nascondo: all’epoca marcivamo in C e le prospettive non erano buone (non fosse altro perché Marcello Cestaro, a Padova da un anno, sembrava già sul punto di stancarsi e mollare tutto), inoltre a livello personale non attraversavo un gran periodo… Continua a leggere

Primavera 1991

3d2d9b8d522252f649d6b47564afd4adTutto ha un’inizio, una genesi. Per ritrovare la mia genesi di tifoso biancoscudato bisogna ritornare indietro di 23 anni. Anno di grazia 1991. Il mio primo anno in Curva Nord all’Appiani, in concomitanza col mio passaggio dalle medie alle superiori. Il mondo stava cambiando, il comunismo e l’Unione Sovietica stavano crollando subito dopo il disgregamento del Muro di Berlino, a breve anche molti altri stati europei avrebbero seguito la stessa sorte (Yugoslavia su tutti), e pure la politica italiana avrebbe subito uno sconquassamento senza precedenti. Ma nel 1991 ci godevamo ancora l’onda lunga degli anni ’80, e per me, allora inviato sulla strada che portava ai quindici anni, la priorità non era tanto ciò che succedeva in giro per il mondo, ma casomai trovare una mia dimensione… Posso dire che quell’anno la trovai, e tutt’oggi ripenso a quel periodo ed a quell’epoca con grande nostalgia, che purtroppo non è solo la nostalgia dei miei 15 anni (prima o dopo si cresce, bisogna farsene una ragione) ma è soprattutto nostalgia di un’epoca decisamente migliore di quella attuale…. Continua a leggere